Linux Mint 14 Nadia su MacBook 2.1

La Apple ha deciso di rottamare i vecchi MacBook bianchi. Ma il mio funziona ancora benissimo! Però non posso aggiornare l'OsX né già più Firefox, fra poco anche gli altri programmi lo abbandoneranno. Passare a Linux può essere una revitalizzazione di una ottima macchina. Purtroppo è impossibile installare Fedora 17 su un vecchio MacBook 2.1: c'è un bug (vedi qui).

Invece Linux Mint 14, nome in codice Nadia, versione Mate (vedi qui) funziona bene.

  • Scaricare, masterizzare, provare Linux Mint
  • Liberare spazio sul disco fisso trasferendo altrove, o cancellando, file e directory inutili
  • Per sicurezza: installare e usare SuperDuper per creare una copia del disco fisso su un disco esterno che può eseguire il boot. Provare il disco esterno per l'avvio del computer (premere tasto Opzione(/Alt) all'vvio per scegliere il disco).
  • Ridurre la partizione principale con DiskUtility (purtroppo DiskUtility non funziona se la partizione da ridurre contiene file troppo grossi da spostare: nel mio caso, pur essendoci più di 40 giga liberi su 75, ho dovuto accontentarmi di liberare 15 giga che comunque sono il doppio del minimo richiesto da Linux Mint).
  • L'installazione è stata semplice, della durata di una mezz'ora.
  • L'effetto finale molto gradevole.