Accedere alla propria biblioteca da qualsiasi parte del mondo

1 - Schermata di Calibre - Gestione della biblioteca
1 - Schermata di Calibre - Gestione della biblioteca
2 - Selezionate le Preferenze di Calibre
2 - Selezionate le Preferenze di Calibre
3 - Selezionate Condivisione sulla rete per attivare il server
3 - Selezionate Condivisione sulla rete per attivare il server
4 - Impostate il vostro nome e la vostra password (sono le uniche cose da fare)
4 - Impostate il vostro nome e la vostra password (sono le uniche cose da fare)
5 - Ricordatevi di aprire le porte del firewall (nell'immagine la gestione di Fedora)
5 - Ricordatevi di aprire le porte del firewall (nell'immagine la gestione di Fedora)
6 - Puntate il vostro browser sul server di Calibre (nel mio caso 192.168.1.2) e vi vengono richieste le credenziali d'accesso.
6 - Puntate il vostro browser sul server di Calibre (nel mio caso 192.168.1.2) e vi vengono richieste le credenziali d'accesso.
7 - L'homepage della vostra biblioteca
7 - L'homepage della vostra biblioteca
8 - Cliccando su Scarica potete salvare il libro nel vostro dispositivo per leggerlo con la dovuta calma.
8 - Cliccando su Scarica potete salvare il libro nel vostro dispositivo per leggerlo con la dovuta calma.

Calibre è uno dei migliori programmi mai creati: fa quello che deve fare, viene aggiornato continuamente, è personalizzabile, è gratuito. Gestisce la vostra biblioteca elettronica in modo potente versatile modificabile comprensibile. Converte i libri tra le miriadi di vari formati. È gratuito, lo ripeto (ma si merita un contributo). Funziona su vari sistemi operativi. E vi permette di connettervi facilmente con la vostra biblioteca con lo smartphone o il tablet o un altro computer a casa vostra o in giro per il mondo in pochi semplici passi. Ecco come.

  1. Installazione o aggiornamento. Scaricate e installate Calibre da qui: http://calibre-ebook.com/. Se usate Linux preferite l'installazione o l'aggiornamento con il semplice comando da console che trovate qui http://calibre-ebook.com/download_linux; le distribuzioni Linux hanno i propri tempi di aggiornamento dei pacchetti, gli sviluppatori di Calibre sono molto più veloci nell'aggiornare il loro programma.
  2. Create e gestite la vostra biblioteca. Dopo aver raccolto la vostra biblioteca (magari usando la potente funzione di Wikisource per la produzione di file .epub; o scaricandoli gratuitamente da Liberliber) convertite i libri nel formato che preferite (per esempio .epub per Ipad/Iphone; .mobi per kindle).
  3. Mettete in funzione il server di Calibre. Nelle Preferenze di Calibre selezionate Condivisione sulla rete e impostate il vostro Nome utente e la Password. Calibre vi fa notare che alcuni dispositivi sono incompatibili con la password; ma i tre dispositivi sopraddetti non hanno nel mio caso avuto problemi. Avere una password è meglio; ammenoché non vogliate lasciare aperta la vostra biblioteca a chiunque, non so: vedete voi.

    Ricordate a questo punto di aprire le porte 8080 del firewall, sennò non riuscite a collegarvicisivi.

  4. Collegatevi al server per scaricare i vostri libri. Ora potete collegarvi con il browser del vostro dispositivo all'indirizzo in cui lasciate girare il server della vostra biblioteca personale (per esempio nella vostra rete casalinga 192.168.1.1:8080) e navigare all'interno dei vostri libri come in un sito, e infine scaricare rapidamente il libro che volete leggere.
  5. Ma sarà poi necessario?Nel mio caso è molto utile per scaricare nell'Ipad i libri da mio computer Linux (con cui faccio tutto tranne che lavorare, e anche anche) ché altrimenti dovevo trafficare con noia e fastidio tra Linux/Imac/Ipad più Samba più Itunes (che orrore!). Per il kindle è un po' meno utile, ma se siete pigri vi risulterà indispensabile scaricare un nuovo libro quando ne avete appena finito uno e siete a letto all'una di notte.

    Se inoltre godete di un indirizzo DNS dinamico1 potrete accedere alla vostra biblioteca da qualsiasi parte mondo; per quanto ciò possa sembrare decisamente esagerato...

  6. NOTA
    1. dato che al vostro modem viene assegnato un indirizzo diverso ogni volta che lo accendete, esistono dei servizi web che attribuiscono automaticamente e anche gratuitamente un nome a vostra scelta - sempre lo stesso - al vostro modem, cosicchè possiate usare il vostro sito locale come se fosse un sito qualsiasi; ma di ciò un'altra volta.